Chirurgia

Nel nostro studio, chirurgia significa abitualmente: interventi di chirurgia parodontale, implantologia, estrazioni dentarie. Queste si rendono a volte inevitabili per l’impossibilità di curare alcuni denti, o necessarie per finalità ortodontiche (solitamente i premolari) , o ancora per problematiche legate al mantenimento in arcata del dente stesso, come avviene per i denti del giudizio.

I terzi molari permanenti, che erompendo mediamente intorno ai 18-20 anni di età sono gli ultimi a spuntare, sono funzionali solo se crescono in maniera corretta e se sono circondati da una gengiva in quantità e forma appropriata. Purtroppo queste condizioni non si verificano sempre. L’eruzione incompleta (o inclusione parziale) causa frequentemente l’insorgenza di infezioni a carico dei tessuti che circondano la corona del dente in parte ricoperta dalla gengiva. Tali fenomeni infettivi ricorrenti ed il pericolo che si possano propagare ai denti adiacenti, determinano la necessità di estrarre i denti.

L’inclusione totale del dente del giudizio invece comporta l’estrazione solo in caso di comparsa di sintomi infettivi, di stretta vicinanza dell’elemento incluso con le radici dei denti vicini o in caso di esigenze ortodontiche per l’impossibilità altrimenti di spostare gli altri denti.